La Patologia


Notice: Undefined index: excerpts in /home/gz1s2gw7/public_html/wp-content/plugins/q-and-a/inc/shortcodes.php on line 24

Cos´è l´insufficienza renale cronica

L´insufficienza renale cronica (IRC) è una patologia che porta alla graduale ed irreversibile riduzione della funzionalità renale. L’IRC è dovuta alla perdita delle unità funzionali che compongono il rene: i nefroni.

Questa perdita comporta una riduzione del filtrato glomerulare renale (FGR), che dai valori normali di 100-130 ml/min arriva, nello stadio terminale dell´IRC, ad essere inferiore ai 10 ml/min. Inoltre la riduzione del filtrato glomerulare porta a microinfiammazione e stress ossidativo con produzione di radicali liberi e conseguente aumento di rischio cardiovascolare.

Il ruolo delle proteine nel danno renale

Il danno iniziale del rene, con riduzione dei nefroni funzionanti, porta ad un aumento del filtrato glomerulare, che è proporzionale all’apporto proteico alimentare.

Nell’alimentazione occidentale, in cui si ha un apporto proteico superiore al fabbisogno giornaliero, si ha costante aumento del flusso plasmatico e del filtrato glomerulare renale, quindi della perfusione renale; nel soggetto sano questo comporta solo un’ipertrofia renale, che all’inizio evolve in una “fisiologica” riduzione del filtrato glomerulare per sclerosi progressiva del rene. Nel paziente con IRC, invece, l’aumento della pressione glomerulare sui nefroni residui, porta ad un’ulteriore riduzione del filtrato glomerulare renale ed ad un aggravamento dell’IRC.

Dietoterapia

La dieta ipoproteica viene utilizzata nella cura dell´insufficienza renale cronica per bloccare o rallentare l´evoluzione della nefropatia stessa e per evitare le più gravi complicanze ad essa legate.

Alla base dell´uso terapeutico della dieta ipoproteica si può osservare che:

- la dieta ipoproteica porta a diminuzione o scomparsa dei sintomi soggettivi e alla prevenzione, se attuata in fase precoce, delle complicanze;

- la dieta ipoproteica, può posticipare o rimandare il trattamento sostitutivo;

- la dieta ipoproteica riduce la mortalità ed è sicura, se seguita sotto controllo medico

 Una dieta ipoproteica è una dieta a basso contenuto di proteine

Il principio alla base di ogni dieta ipoproteica consiste nel limitare l’introduzione di proteine per non affaticare ulteriormente i reni ammalati.

Una dieta a basso contenuto di proteine è, nel caso si soffra di insufficienza renale, una terapia possibile per contribuire a prolungare la vita dei reni e per limitare danni gravi e permanenti all’intero organismo.

Seguire una dieta ipoproteica non vuol dire non poter mangiare o dover rinunciare a tutto, bensì imparare a modificare il modo di alimentarsi. È sempre possibile personalizzare la dieta in modo che rimanga comunque varia e piacevole.

 

Qui le domande più frequenti riguardanti il mondo dell’alimentazione speciale

generiche

Come si cura l’insufficienza renale cronica?

In genere l’IRC si cura seguendo una dieta specifica, a ridotto contenuto di proteine e fosfati, e con l´ausilio di farmaci che ne bloccano la progressione. Questa dietoterapia serve a bloccare o rallentare l’evoluzione della nefropatia e per evitare le complicazioni più gravi che vi sono legate.

In cosa consiste la dieta ipoproteica?

La dieta aproteica punta su una assunzione minima delle proteine a scarso valore biologico, ovvero quelle contenute nei cibi amidacei (pasta e pane). Quindi si sostituiscono nell’alimentazione il pane e la pasta con farine aproteiche, senza eliminare totalmente  l’assunzione di proteine di origine animale (carne e derivati).

Alcune delle manifestazioni dell´IRC sono dovute all´accumulo nel sangue di sostanze azotate che il rene malato non riesce ad espellere. Attraverso una dieta corretta le quantità di queste sostanze presenti nell´organismo vengono ridotte notevolmente.

Solo attraverso un regime alimentare ipoproteico, ipofosforico e iposodico, infatti, è possibile tenere sotto controllo i sintomi di tale patologia.

Come si manifesta l’insufficienza renale cronica?

Le manifestazioni dell’insufficienza renale cronica sono di vario genere, quali: facilità ad emorragie; facilità a stancarsi, incapacità a mantenere l’attenzione; bruciori e dolori agli arti inferiori; secchezza della bocca, alterazioni dell’intestino, gastrite; ipertensione arteriosa; deficit cardiovascolari; ipocalcemia; problemi respiratori; deficit immunitari.

L’insufficienza renale cronica è una malattia genetica?

L’insufficienza renale cronica (IRC) può essere dovuta a diversi fattori. Chi è nefropatico può esserlo a causa di fattori ereditari, a causa di malformazioni genetiche delle vie urinarie e dei reni. Infine, l’IRC può essere dovuta malattie renali di origine immunologicaL’insufficienza renale cronica (IRC) può essere dovuta a diversi fattori. Chi è nefropatico può esserlo a causa di fattori ereditari, a causa di malformazioni genetiche delle vie urinarie e dei reni. Infine, l’IRC può essere dovuta malattie renali di origine immunologica